Crackers di kamut

20160121_143304-01

“La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri… E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri. Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili, di finire alla mercé di chi ci sta di fronte. Non ci esponiamo mai. Perché ci manca la forza di essere uomini, quella che ci fa accettare i nostri limiti, che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto. Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà……. . Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.”(Alda Merini)

Oggi per voi arriva una ricetta semplice molto buona e perfetta in ogni occasione .
I Crackers di kamut sono crackers croccanti e genuini perfetti per i vostri spuntini, per accompagnare il pasto, o per creare golosi Antipasti e fingerfood .

Preparare in casa i Crackers di kamut è semplicissimo, basterà solo un po’ di pazienza per la lievitazione dell’impasto e un pochino di attenzione nello stendere i crackers molto sottili, (operazione che vi consiglio di effettuare con la macchinetta per la pasta fresca).

Crackers di kamut
(ricetta già provata qui con farina semi integrale)

20160121_143725-01

Ingredienti

-260ml di acqua
-5g di miele
-50g di olio extravergine di oliva
-250g di farina 0
-250g di farina di kamut
-7g di lievito di birra disidratato
-8g di sale

Per la finitura :

-emulsione di olio evo e acqua
-sale
-semi di chia /sesamo /papavero

Procedimento

Preparate tutti gli ingredienti in modo da avere tutto a portata di mano.
Nella ciotola della planetaria mescolate l’acqua con il miele e l’olio,in un’altra ciotola invece le farine con il lievito.
PicsArt_01-21-01.43.45

Unite le farine nella ciotola con l’acqua.
Mescolate fino a che le farine non saranno assorbite, quindi unite il sale ed impastate a macchina nella planetaria a media velocità fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
PicsArt_01-21-01.45.50

Prendete l’impasto e rovesciatelo su una spianatoia. Impastate per qualche minuto a mano, poi formate un panetto e ponetelo a riposare in un contenitore coperto con la pellicola trasparente per circa due ore.
PicsArt_01-21-01.48.41

Riprendete l’impasto. Dividetelo in 4 parti uguali. Passate ciascun pezzo nella macchina per la pasta allo spessore più largo. Successivamente, dando due pieghe all’impasto, assottigliate ciascuna sfoglia fino a creare delle sfoglie di max 2 o 3mm di spessore.
PicsArt_01-21-01.50.40

Rifinite ogni sfoglia con l’aiuto di una rotella taglia pasta e ritagliate i vostri crackers. Con i rebbi di una forchetta fate dei buchini sulla superficie in modo che non gonfino troppo durante la cottura. Spennellateli con una emulsione di acqua e olio e se gradite spolverateli con semi di chia, papavero o sesamo.
PicsArt_01-21-01.52.10

Infornate a 200c per circa 8 minuti o comunque fino a che non saranno dorati. Lasciate raffreddare i crackers su una gratella per far si che non perdano la loro croccantezza.

Conservate ben chiusi in contenitori ermetici o sacchettini per alimenti. Se ben conservati si mantengono croccanti fino ad una settimana.

20160121_143757-01

Se provate questa ricetta e volete mostrarmi il risultato postate le vostre foto su instagram usando l’hashtag #incucinacongiadaesara . Vi aspetto!

Vi auguro una dolce giornata. @giadaesara

4 comments

  1. uffi non ho la macchina per la pasta….a mano sarà una fatica,vero?
    Perché io mi sono innamorata di loro sono bellissimi e mi sembra quasi di sentirne il sapore……..crick crock…..

    1. Tesoro puoi farli anche a mano se hai pazienza… Quelli semi integrali di cui ho messo il link li avevo tirati a mano. Ovviamente restano un po’ più croccanti e meno friabili ma sono buoni lo stesso

  2. Mamma mia che bontà

    1. Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.