Le Petit Madeleine {al profumo di agrumi e vaniglia}

PicsArt_02-08-02.39.21

Un piccolo e soffice dolcetto dalla particolare forma a conchiglia, con un lato un po’ panciuto, la madeleine è senza ombra di dubbio uno dei dolcetti più semplici e buoni della tradizione francese.

Le conobbi per la prima volta ai tempi del liceo durante una lezione di letteratura. Si parlava di Marcel Proust Alla ricerca del tempo perduto… dove il sapore di una madeleine inzuppata in una tazza di tea, risvegliava nel protagonista una memoria del tutto involontaria…riportandolo indietro e facendo riaffiorare emozioni e stati d’animo vissuti nel passato.
Questo racconto mi rimase impresso a lungo. Non avevo mai assaggiato una madeleine, né sapevo come fosse fatta, ma il nome non lo dimenticai più.

Dodici anni dopo ero in Francia… Probabilmente penserete che sono pazza, ma non avevo particolare interesse ne’ per i croissant ne’ per i macarons. Tutto quello che cercavo erano le mie Madeleine. E finalmente le assaggiai. Se non sbaglio nella fabbrica di biscotti di Mont St Michel,né comprammo qualche confezione insieme ad un vasto assortimento di biscottini al burro davvero fantastici. Ora preparo Madeleine sognando ad ogni morso di risvegliarmi ancora una volta in quei luoghi incantati, partendo dalla Provenza e arrivando fino a Mont St Michel…

Una ricetta del cuore insomma, un dolce di una semplicità unica ma che racchiude in sé ricordi importanti di infinito amore.

Le Petit Madeleine
al profumo di agrumi e vaniglia
{ricetta tratta dal libro Dolci & Co di Rossella Venezia, con qualche piccola modifica}

20160208_095441-01

Ingredienti per circa 40 mini madeleine

-2 uova
-80g di zucchero semolato
-1 bacca di vaniglia
-la buccia di mezzo limone bio
-la buccia di mezza arancia bio
-80g di farina 00
-4g di lievito
-1 pizzico di sale
-80g di burro fuso a temperatura ambiente

Procedimento

Setacciate la farina con il sale e il lievito.

A parte sbattete velocemente le uova con lo zucchero e aggiungete i semi della vaniglia, quindi la scorza grattugiata di mezza arancia e mezzo limone.

Versate il composto di uova sulla farina e mescolate bene. Unite il burro fuso e lavorate il tutto per ottenere un composto denso.

Coprite l’impasto con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per qualche ora. Potrete preparare l’impasto la sera prima se avete tempo ma comunque 2 o 3 ore prima saranno più che sufficienti.

Distribuire l’impasto nell’apposito stampo per Mini Madeleine (se non lo avete usate quello per piccoli muffin o plumcake). Io ho scelto uno stampo in silicone acquistato alla Lidl, davvero perfetto.

Cuocete in forno preriscaldato per 2 o 3 minuti a 200c poi abbassate la temperatura a 170c e proseguite la cottura per altri 10 minuti,finché le Madeleine non saranno dorate e panciute.

Lasciate intiepidire e sformate.

Le Petit Madeleine si conservano chiuse in contenitori di Latta o barattoli ermetici e si mantengono fresche fino a 4 o 5 giorni.

NOTE

-Aromatizzate le Madeleine con gli aromi che preferite,a vostro piacimento.

-Se gradite la versione al cacao, togliete 20g dal totale di farina e sostituiteli con del cacao amaro.

-Provate le Madeleine in versione glassata, piaceranno soprattutto ai più piccoli e saranno perfette da servire alle loro feste di compleanno : basterà solo della glassa già pronta oppure fatta con acqua e zucchero a velo, e tanti zuccherini colorati.

20160208_101657-01

Servite le Madeleine con tea caldo.

20160208_093352-01

20160208_094623-01

20160208_095441-01

Vi auguro una dolcissima ora del tea.

Vi lascio qualche ricordo della tappa a Mont Saint Michel durante il viaggio di nozze.
PicsArt_02-09-06.03.21

Se provate questa ricetta e volete mostrarmi il risultato postate le vostre foto su instagram usando l’hashtag #incucinacongiadaesara .

Vi aspetto! @giadaesara

4 comments

    1. Sei stata chiara! Un bacio grande amica!

  1. che buone queste mini madeleines! in realtà non ne ho mai mangiate di artigianali… ricordo che mia nonna le comprava confezionate quando era piccola e le chiamava ‘nenettes’, ma immagino avessero poco a che fare con le originali.
    le tue immagini di mont st.michel sono davvero splendide, ci sono stata anche io e me ne hai fatto venire nostalgia… così come mi hai fatto venir voglia di assaggiare delle madeleines fatte per bene. o torno in francia o copio la tua ricetta… mi sa che la seconda è più fattibile 🙂
    in ogni caso grazie!! un bacino <3

    1. Grazie mille a te, per la tua gentilezza! Provale sono davvero buonissime!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.