Frittelle… Sì, ma light!

PicsArt_01-25-10.49.16

Ve le avevo promesse, e come avrei potuto deludervi? L’anno scorso in questo periodo, in preda ad una voglia pazzesca di “castagnole” mi inventai una ricetta per tentare di riprodurre quel loro buonissimo gusto e profumo, in un dolcetto che in realtà non era in alcun modo simile ad una castagnola,ed oltre tutto era cotto al forno.

Oggi a distanza di un anno vi ripropongo quello stesso dolcetto ma in una versione un po’ diversa…. Qualche zucchero in meno, ma fritto!
Eh già… Perché comunque mica detto che il fritto sia sempre unto di olio e nauseabondo! In questo caso assolutamente no! Otterrete delle frittelle asciutte, croccanti fuori e morbidissime all’interno:”LIGHT” perché al contrario delle classiche, queste sono SENZA UOVA e SENZA BURRO ! Perfette per essere gustate ancora calde al naturale o farcite con creme, nutella o confettura di vario genere.

Per preparare le Mie frittelle light ci vuole una mezz’ora di tempo in totale, perciò nessuna scusa : provatele subito!

Dedico questa ricetta alle mie amiche Instamamme che proprio questo mese hanno festeggiato il loro compleanno . Tantissimi auguri donne!

20160125_102432-01

Ingredienti per circa 30 frittelle

-250g di formaggio fresco spalmabile tipo quark o ricotta vaccina cremosa.
-60g di zucchero semolato
-la scorza di una arancia bio
-170/180g di farina 00
-8/10g di lievito per dolci
-1 bustina di vanillina

-olio di semi di arachide per friggere
-zucchero semolato per la finitura

Procedimento

In una capiente ciotola mescolate il formaggio quark o la ricotta ben scolata con lo zucchero semolato e la scorza di una arancia, fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungete piano piano la farina setacciata con il lievito e la vanillina. Impastate fino a formare un panetto morbido come quello degli gnocchi.

Su una spianatoia leggermente infarinata formate dei cordoncini; tagliateli a tocchetti di uguale dimensione e formate delle palline aiutandovi coi palmi delle mani.

Friggete in abbondante olio di semi di arachide. Per una frittura perfetta l’olio deve essere abbondante e le frittelle dovranno essere completamente immerse senza toccare il fondo della pentola. Per capire quando l’olio arriva alla temperatura perfetta basterà fare la prova con uno stecchino in legno. Se si formeranno tante bollicine intorno, l’olio è pronto. Friggete pochi pezzi per volta in modo da non abbassare troppo la temperatura dell’olio, e mantenere il fritto croccante e asciutto.

Scolate le frittelle ben dorate, e asciugatele su carta assorbente. Passate le frittelle in abbondante zucchero semolato,quindi servite e gustatele calde! Una tira l’altra!

20160125_102513-01-01

20160125_102424-01

Vi auguro di iniziare la settimana con dolcezza e leggerezza..

Se provate questa ricetta e volete mostrarmi il risultato postate le vostre foto su instagram usando l’hashtag #incucinacongiadaesara
Vi aspetto! @giadaesara

3 comments

  1. che bellissima ricetta! Una domanda, ma forse è pretendere troppo da un fritto già light: si possono cuocere in forno o con questo impasto verrebbero male??

    Grazie

    1. Si possono cuocere in forno, se leggi nella prefazione della ricetta (alla parola ricetta quando parlo della esperimento dello scorso anno) è proprio aggiunto il link di quelle al forno. Il problema è che perdono la forma e siccome restano più asciutte per farci aderire lo zucchero semolato le avevo spennellate di sciroppo d’acero…. Quindi zuccheri in più. Te le consiglio fritte con gli accorgimenti e i trucchetti per ottenere un fritto leggero e asciutto, buona giornata

      1. Perfetto le proverò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.