Polpettone di verdura

PicsArt_1407432958352

Quante volte capita di non saper cosa preparare per cena? O di aprire il frigorifero in cerca di ispirazione e trovare solo pochi ingredienti tra cui quel triste avanzo di verdure lesse? A me è capitato spesso e ho sempre risolto preparando un bel polpettone di verdura. A Genova usa molto, è una ricetta tradizionale; lo fanno di fagiolini e patate, basso e con una bella crosticina di pan grattato sopra. Potere servirlo come secondo piatto accompagnato da una insalata di pomodori, oppure prepararlo in piccolissimi stampini e servirlo come antipasto.
La cosa bella del polpettone di verdure è che potrete metterci le verdure che preferite, arricchirlo di aromi freschi e spezie, insomma potrete sbizzarrirvi senza creare mai la stessa ricetta.

Ingredienti:

-300g di fagiolini
-200g di patate
-120g di carote
-150g di ricotta
-1 uovo
-2 cucchiai di grana
-pan grattato
-sale pepe q.b
-olio evo
-noce moscata
-aromi freschi misti (timo, maggiorana, salvia, rosmarino, origano, erba cipollina, aglio)

Preparazione:

Per prima cosa, se non lo avete già fatto, lessate le verdure (a meno che non stiate usando un avanzo di verdure lesse ovviamente).
Una volta che saranno ben tenere, scolatele bene, mettetele in una grossa ciotola e schiacciatele con una forchetta finché non otterrete una poltiglia un po’ grezza.
Lasciate intiepidire.
Unite ora la ricotta, il grana, l’uovo, gli aromi freschi tritati, e aggiustate di sale pepe e noce moscata. Preriscaldate il forno a 220°,prendete una teglia da pizza rotonda (28cm circa) ungetela con olio evo, versateci l’impasto del polpettone e livellatelo con una forchetta creando sulla superficie delle striature. Spolveratelo di pane grattugiato, infornate e cuocete finché la superficie non sarà ben dorata e croccante.
Lasciate raffreddare. Per gustarlo al meglio deve essere servito a temperatura ambiente o tiepido. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.